Un messaggio da parte di Helen Hollick

Scrivere può essere un’occupazione piuttosto sciocca. Lavoro solitario, spesso difficile, tedioso, per poche gratificazioni. Ma quelle poche possono essere davvero straordinarie: ricevere un’email di lodi da un lettore, una fantastica recensione – o un’offerta inaspettata di vedere il romanzo tradotto in una lingua straniera, come mi è accaduto quando Catnip Edizioni mi ha contattata. Sono incredibilmente emozionata all’idea di vedere l’amore romanzesco della mia vita – Capitan Jesamiah Acorne – e l’amore della sua vita, Tiola Oldstagh, tradotti in italiano. Il mio grazie più sincero a Gaia per aver fatto un ottimo lavoro con loro!

Uno scrittore prova enorme piacere nell’iniziare a stendere una nuova storia su una pagina bianca, nel vivere l’esperienza eccitante di vedere un nuovo personaggio venire alla luce. Immergersi in ciò che è accaduto e quando, riempire tutti gli spazi vuoti del perché, come, e con chi: tutto questo è parte della gioia dello scrivere. Ma è il condividere la propria storia con i lettori che ci porta il piacere più grande, e sono deliziata all’idea di condividere Le Cronache della Sea Witch con un pubblico italiano.

Provo grandissimo rispetto e affetto per tutti i miei lettori, i miei fan, i miei amici e i miei familiari. Senza di voi, non avrebbe molto senso creare un romanzo, perché non ci sarebbe nessuno a godersi l’avventura con me.

Per questo, vi ringrazio.

Helen